La persona è al centro dell’azione educativa

Chi siamo

La Scuola dell’infanzia Giovanni XXIII, istituita nel 1964, si caratterizza oggi per un’eccellente azione didattico-educativa che, seguendo il principio cattolico, valorizza il singolo individuo nella sua complessita’. La scuola tutela il benessere psico-fisico, garantisce un clima di affettivita’ positiva, incentiva l’amicizia e il rispetto di regole e persone. Inoltre, privilegiando attività operative, sollecita l’osservazione e la rielaborazione personale.

Il qualificato collegio docenti attiva percorsi formativi in grado di sviluppare la personalità del bambino, la sua autonomia e la capacita’ di critica.

Impalcatura di sostegno per lo sviluppo cognitivo e affettivo del bambino, l’insegnante veste i panni del ‘direttore artistico’. Come il regista prepara la scenografia e gli strumenti necessari all’attore, allo stesso modo l’insegnante predispone il contesto, gli elementi e le occasioni perché ogni bambino sia protagonista e utilizzi le competenze acquisite nel corso della sua storia per interagire con l’ambiente circostante.

La struttura dell’edificio, inoltre, risponde appieno ai bisogni di movimento, stimolo e apprendimento. Cinque sezioni, due saloni, due laboratori e un’ampia area esterna accolgono i bambini e offrono spazi per l’apprendimento motorio, simbolico e affettivo.

Valorizzare il bambino e fornire gli strumenti per affrontare la realtà

Organizzazione Interna

La Scuola dell’infanzia Giovanni XXIII ha messo a punto un’impostazione ordinata e mirata delle attivita’, nel rispetto, tuttavia, dei tempi necessari a ciascun bambino per svolgerle. Nello specifico, la giornata scolastica si sviluppa attorno a quattro momenti principali: l’accoglienza, che introduce il bambino all’incontro con le insegnanti e l’ambiente; le attività di vita quotidiana (igiene, riordino, pranzo), che facilitano la conquista dell’autonomia, invitano a uno stile di vita corretto e a un’alimentazione equilibrata; le attivita’ di lavoro, che permettono di raggiungere specifiche competenze in rapporto allo sviluppo evolutivo; il momento del gioco libero, per dare espressione alle esigenze individuali e alle relazioni interpersonali.

Per fare in modo che l’azione educativa scolastica sia realmente efficace, le insegnanti ritengono altresì fondamentale una relazione costruttiva con i genitori: la scuola, quindi, stabilisce un ‘patto’ con la famiglia per favorire la reciproca conoscenza e per individuare i caratteri di continuita’ nella responsabilita’ educativa.

Per scoprire nel dettaglio l’offerta formativa e l’impostazione della scuola, il corpo docenti organizza un articolato percorso d’accoglienza per genitori e bambini. Attraverso diverse tappe, i genitori possono ottenere informazioni tecniche (corredino personale, orari, organizzazione), ma soprattutto conoscere la vita scolastica, le insegnanti e gli spazi -strutturati secondo un criterio pedagogico di alta qualità-. Percorsi dedicati esclusivamente ai più piccoli, inoltre, permetteranno ai bambini di entrare in contatto con la realtà scolastica in modo positivo e divertente.